festival-della-comunicazione-the-way-magazine

Dal 7 al 10 settembre 2017 Camogli, in provincia di Genova, ospiterà la quarta edizione del Festival della Comunicazione: quattro giorni di conferenze, dibattiti, tavole rotonde, interviste, workshop, spettacoli, escursioni, mostre e installazioni.

Ci sarà solo un unico fil rouge che collegherà le giornate, dando un tema ben preciso e fortemente attuale: le connessioni. Che argomento migliore della realtà del nostro secolo? In più si parlerà dell’attuale organizzazione politica, economica e culturale del nostro paese, con un’analisi dettagliata sulle forze trainanti, sul suo percorso e sui futuri obiettivi da raggiungere.

Organizzatori dell’evento sono, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il Comune di Camogli e da Frame, in collaborazione con la Regione Liguria. È ideato e diretto da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer. Coinvolti anche il Teatro Sociale di Camogli, l’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, l’Ente Parco di Portofino, l’Area Marina Protetta di Portofino, il Talent Garden di Genova, l’Università degli Studi di Genova, l’Università degli Studi di Pavia, la Scuola Holden e il Gruppo editoriale Mauri Spagnol. E contemporaneamente vanta la partnership con RAI, La Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX, WIRED.

Gli ospiti saranno numerosissimi, 110, mentre sarà vivo il ricordo del compianto Umberto Eco: esperti di comunicazione, blogger, top manager, musicisti, linguisti, scrittori, direttori di giornali e tv, filosofi, social media editor, storici, economisti, architetti, latinisti, semiologi, artisti, scrittori, psicologi, scienziati, registi.

Tra i nomi noti e già diffusi troviamo: il divulgatore scientifico Piero Angela, lo psicoanalista Massimo Recalcati, il fondatore di Eataly Oscar Farinetti, il sociologo Evgenij Morozov, i giornalisti Mario Calabresi e Aldo Cazzullo, Walter Veltroni, il presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone, il regista e sceneggiatore Pif, l’attrice Nicoletta Braschi, lo stilista Brunello Cucinelli, lo scrittore e consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano Stefano Massini, il direttore del Teatro di Roma Antonio Calbi, l’attore e comico Claudio Bisio e il drammaturgo Marco Paolini.